Prossimità aumentata

Prossimità aumentata: la riscoperta del vicinato e del quartiere come nuova opportunità.

Dalle esperienze di cohousing ai supermercati solidali; dai gruppi di acquisto di quartiere ai comitati di cittadini che si prendono cura del loro territorio; dagli spazi di comunità agli orti urbani e alle social street. L’interesse per i servizi che scommettono sul bisogno di una nuova vicinanza tra le persone cresce quanto la preferenza a vivere in quartieri con una marcata, e spesso nuova, dimensione identitaria, una vita di relazione più intensa, una trasformazione urbanistica che favorisca la creazione di nuovi villaggi.
Maurizio Carta le chiama “città aumentate”, città policentriche e resilienti, con un più adeguato metabolismo circolare di tutte le funzioni, con una maggiore vicinanza delle persone ai luoghi della produzione e ai servizi. Città a prossimità aumentata capaci di amplificare la vita comunitaria senza divorare risorse: città più senzienti per capire prima e meglio i problemi, più creative per trovare risposte nuove, più intelligenti per ridurre i costi, più resilienti per adattarsi ai cambiamenti, più produttive per tornare a generare benessere, più collaborative per coinvolgere tutti, ma anche città più circolari per ridurre gli sprechi ed eliminare gli scarti.

 

In queste città la presenza fisica per ogni operatore economico è solo il punto di partenza. La cittadinanza si guadagna comportandosi da “azionisti” del quartiere e contribuendo alla sua generazione di identità e di valore.

I SEGNALI FERTILI CHE ABBIAMO REGISTRATO

IN CINA ARRIVA
IL RETAIL ESPERIENZIALE

Dialogo, sperimentazione e connessione sono i pilastri dei nuovi negozi di quartiere. La casa automobilistica Nio lancia Nio House, un “lifestyle sharing space” con sale per mostre, cene, letture, dibattiti e dove ovviamente è possibile fare un test drive.

GLASGOW SVILUPPA IL PIANO
LIVEABLE NEIGHBORHOODS

Seguendo il concept dei “20 Minute Neighbourhood” è partito un piano decennale per riequilibrare il modo in cui le strade vengono progettate e utilizzate, per creare spazi sicuri e accessibili affinché le persone possano sfruttare al meglio le loro comunità.

L'EVOLUZIONE DELLE EDICOLE OFFRE PRODOTTI E SERVIZI DI PROSSIMITÀ

Quotidiana è la risposta alle tue esigenze giornaliere, senza bisogno di spostarti dal tuo quartiere. Non solo giornali e cultura ma anche prodotti alimentari e di prima necessità e la proposta di servizi di vicinato come elettricista e baby sitter.

Le aziende ripartono da negozi e servizi di prossimità

Il quartiere è oggi il nuovo perimetro di gioco in cui il retail sperimenta nuovi format di servizio e nuove imprese lanciano servizi innovativi che consentono al dettaglio tradizionale di competere sulla qualità con la distribuzione organizzata.

Ikea ha indicato per prima la strada da seguire, aprendo Ikea Shops e pop-up stores in molte città del mondo, spesso costruiti intorno ad una categoria verticale della propria offerta, come il pop-up store a Roma dedicato alla cucina e il nuovo negozio di Tokio Shibuya nato “per ispirare chi vive in piccoli spazi nel centro delle città”.
Esselunga ha lanciato un nuovo format di prossimità con il brand laEsse, un esperimento high tech e multicanale, dove si ritira o si fa la spesa (senza cassiere grazie al tagging RFID dei prodotti) ma si beve volentieri anche un caffè, con un’ottima pasticceria di contorno, e ci si da appuntamento per un light lunch a mezzogiorno.
A Milano il delivery di quartiere si consolida con l’arrivo di Gorillas, che grazie a 
una rete di micro centri di distribuzione ti porta la spesa a casa in 10 minuti e rivoluziona il mondo delle consegne a domicilio all’insegna della sostenibilità. Con una domanda sempre più legata alla prossimità anche il mondo della GDO sta affrontando cambiamenti drastici, Carrefour ad esempio ha già cominciato a rivoluzionare la logistica istituendo una rete di dark store.

 

In sintesi: appartenere al quartiere e contribuire alla sua prosperità e qualità della vita è una sfida che riguarda tutta la distribuzione e che si vince solo con la sperimentazione di nuove forme di servizio e di relazione. 

Resta aggiornato

Entra in Baby Future, the makers’ club

Non costa nulla, ti darà tanto

Rapporti riservati

L’analisi semestrale dei segnali fertili raccolti e interpretati dai contributori di Baby Future

I nostri incontri

Webinar ed eventi con subject matter expert che vale la pena ascoltare

Riflessioni e condivisioni

Pillole video sui temi più caldi del momento

Help on demand

La directory degli esperti e dei contributori di Baby Future




(Visited 183 times, 1 visits today)