Just for me

Just for me, la personalizzazione che costruisce fiducia. 

Da un anno seguiamo la crescita inarrestabile dell’offerta di prodotti e servizi con elevatissimi, in alcuni casi estremi, livelli di personalizzazione. Prodotti e servizi ‘’su misura’’ in cui l’acquirente entra spesso, quasi sempre da remoto, nel processo creativo e generativo, decidendo misure, materiali, colorazioni, finiture e features di quello che sta acquistando e che sarà prodotto o rilasciato per lui o per lei.

Pochi sono pronti a questa rivoluzione, ma oggi basterebbe che tutti i marketer si ricordassero che la considerazione è il risultato della rilevanza e che è rilevante solo quello che coincide con i valori, i bisogni e i desideri di una persona nel momento dato, per definizione volatile, in cui il brand incontra questa persona. Rilevante, in due parole, è quello che è, o appare, just for me, just what I need, like, wish…
Perché questo succeda è meglio non contare più sulla profilazione passiva e sui cookies la cui stagione fortunata è notoriamente al tramonto. Ma investire seriamente nell’uso estensivo dell’intelligenza artificiale per comprendere in real time cosa stia pensando, sentendo, desiderando chi naviga, chatta, cerca, legge, guarda… immerso nel cyberspazio in cui vive. Lasciando però agli esseri umani, non all’AI, l’invenzione delle parole e dei gesti garbati con cui chiedere di entrare in questo spazio per iniziare una conversazione.


Lasciate che i consumatori si divertano a customizzare, progettare, personalizzare i vostri prodotti perché questa sarà la condizione per venderli.



I SEGNALI FERTILI CHE ABBIAMO REGISTRATO

"NUOVO PER TE" DI YOUTUBE
CONOSCE I TUOI GUSTI

In risposta al grande successo della funzione “For You” di Tik Tok, Youtube ha lanciato il feed personalizzato “Novità per te”. Aiuterà gli utenti a scoprire contenuti nuovi e originali in relazione ai loro interessi. La sezione è ora disponibile nella home page per i dispositivi mobili, desktop e TV. Sembra che gli algoritmi ci conoscano meglio di noi stessi.

ESPERIENZE VIRTUALI
SEMPRE PIU' PERSONALIZZATE

Sono i settori della moda e dei prodotti di lusso a offrire il maggior numero di opportunità di “virtual experience” tra le più diverse: video immersivi, video a due vie, visite in realtà virtuale, esperienze di realtà aumentata nei negozi fisici. 360 Research ha rilevato una partecipazione elevata a questo tipo di esperienze in particolare dei consumatori di beni di lusso.

PIU' PRIVACY, MENO PUBBLICITA' PROFILATA ANCHE IN CINA

A novembre 2021 è entrata in vigore la legge per la tutela della privacy in Cina (PIPL), che per molti versi impone alle imprese regole simili a quelle della normativa GDPR europea. Questo potrebbe creare, anche ai i player asiatici, gli stessi mal di pancia che vive l’intero settore in Europa e negli Usa, dove la pubblicità profilata cookieless resta una promessa.

STORIE DI AZIENDE CHE ANTICIPANO IL FUTURO
Investire nell’estrema personalizzazione può avvicinare le aziende e i clienti, anche potenziali, come mai è successo prima. La magia accade quando il processo di acquisto assume il carattere di una conversazione orientata ad offrire una soluzione effettivamente, materialmente, quando possibile scientificamente, personalizzata. Moltissime sono le aziende che lo hanno capito e molteplici le esperienze di frontiera che vale la pena conoscere, in particolare nel mercato della salute, dove tutto è personale per definizione. Ecco alcuni esempi di successo:

  • Ralph Lauren schiaccia l’acceleratore e dopo avere introdotto il proprio configuratore on line – che permette centinaia di personalizzazioni diverse dei propri capi più iconici, polo incluse – annuncia per il prossimo anno la disponibilità nei propri flagship store di una nuova tecnologia environmental friendly, sviluppata con Dow Chemical, per tingere le proprie polo del colore voluto dai clienti direttamente in negozio. Il processo, promette RL, impiegherà il 90 % in meno di sostanze chimiche, il 50% in meno di energia e il 50 % in meno di acqua rispetto ai tradizionali processi di tintura, promette RL. Tempo di attesa 3-4 ore.
  • Perfect Corp – Corre veloce la trasformazione digitale dell’industria della bellezza. L’ultima invenzione nel campo della Beauty Tech è la piattafoma di Perfect Corp, che grazie ad un uso integrato di AI e AR, permette di ‘’vedere’’ applicato sulle proprie unghie qualunque tipo di smalto sia in remoto, da qualsiasi delle proprie device digitali, che nei negozi fisici dotati di smart mirror. La promessa ai brand che la adotteranno è una ultra-personalizzata
    shopping experience.
  •  Beiersdorf ha sviluppato nel proprio Personalization Accellerator, un metodo basato sull’AI per analizzare le condizioni della pelle combinando dati di base (immagini della pelle dal proprio smartphone), dati personali (età, sesso, salute, etnicità…) e dati ambientali – come inquinamento, temperatura, umidità, che si è scoperto avere un significativo impatto sui problemi dermatologici. Il modello sarà presto disponibile per offrire consigli personalizzati sui prodotti che possono curare, o prevenire, problemi alla cute delle persone.
  • Comformis, azienda americana specializzata nello sviluppo di impianti ortopedici, ha presentato la propria soluzione image-to-implant e il suo nuovo Platinum Services Program che consente di avere un impianto personalizzato per il ginocchio disegnato sull’anatomia ossea del paziente con scansione 3D e offerto con 5 anni di garanzia.
  • Kasanova, la più grande catena di casalinghi in Italia, offre la personalizzazione su pentole, bottiglie termiche e caffettiere con la possibilità di scrivere una dedica, scegliere il font e aggiungere fino a tre emoticon a scelta utilizzando stampa UV o incisione laser. La personalizzazione è disponibile sia acquistando on line che direttamente in negozio.
  • Robinhood, piattaforma per il trading e servizi finanziari, ha lanciato First Trade Recommendations, il servizio per trader principianti basato sull’AI che crea un portfolio di investimento basato sul profilo di rischio, gli obiettivi di rendimento e il tempo per cui si intende mantenere l’investimento del singolo neo-investitore. Bastano 20 dollari per provare il servizio.
  • Bazar è un commesso virtuale, in grado di comprendere le esigenze e di offrire consigli personalizzati agli utenti del nuovo marketplace di elettronica di consumo CiaoBazar.com. A un consumatore single, che sta cercando una lavatrice, Bazar presenterà prima quelle più piccole, poi le altre con una maggior capienza. Inoltre, Bazar, grazie ai dati raccolti ed elaborati, stabilirà una relazione personalizzata con l’utente. “Tanto da arrivare a scherzarci”, promettono gli sviluppatori.
  • Maxres, in collaborazione con l’Istituto di Bio-robotica della Scuola Superiore Sant’Anna
    di Pisa , ha realizzato il prototipo del primo materasso 4.0. che si adatta in tempo reale alle esigenze della persona. Adattandosi dinamicamente alle posture e ai movimenti delle persone garantisce livelli elevati di comfort e una alta qualità del sonno.
  • Snackfit nasce dalla collaborazione fra due compagnie assicurative: Remark (Olanda) e Income
    (Singapore). Il servizio definisce un’età biologica giornaliera basata sull’attività fitness e, se questa
    risulta inferiore all’età effettiva, il cliente riceverà un bonus sconto sulle micro polizze emesse il
    giorno successivo a copertura dei rischi derivanti dalle sue attività e dal suo stile di vita.
  • FitMyFoot produce on demad solette da scarpa e sandali su misura. Basta inviare la foto dei propri piedi per avere un prodotto perfetto, che assicura un comfort non paragonabile a quello
    dei prodotti seriali industriali. Con la promessa di eliminare i dolori plantari, al ginocchio, all’anca e
    alla schiena. E di poter utilizzare queste solette personalizzate in qualsiasi scarpa.
  • Unspun è un’azienda di ‘’robotica e abbigliamento digitale’’ che realizza i jeans personalizzati più aderenti del pianeta. La sua missione è ridurre le emissioni globali di CO2 dell’1% attraverso la produzione automatizzata, localizzata e intenzionale. L’arma segreta per mantenere la loro promessa è un 3D – body scanner utilizzabile da smartphone. Che non da giudizi, ma si limita a trasmettere le misure esatte del vostro corpo.

In sintesi: i consumatori si fidano delle aziende che forniscono comunicazioni, prodotti e servizi personalizzati quando capiscono che questo è vero, reale, voluto e distintivo di quella azienda o di quel brand.

Resta aggiornato

Entra in Baby Future, the makers’ club

Non costa nulla, ti darà tanto

Rapporti riservati

L’analisi semestrale dei segnali fertili raccolti e interpretati dai contributori di Baby Future

I nostri incontri

Webinar ed eventi con subject matter expert che vale la pena ascoltare

Riflessioni e condivisioni

Pillole video sui temi più caldi del momento

Help on demand

La directory degli esperti e dei contributori di Baby Future




(Visited 209 times, 1 visits today)